Come Si Usa Lo Sbiancante Per I Denti?

Come Si Usa Lo Sbiancante Per I Denti
È possibile uno sbiancamento LED fai-da-te? – Da qualche tempo sono stati immessi sul mercato degli speciali kit con luci LED sbiancanti, che hanno avuto ampia diffusione anche grazie all’influenza di alcune celebrità. Questi kit contengono una lampada LED e un calco su cui poi deve essere applicato un gel (solitamente sempre a base di perossido di idrogeno) che si trova all’interno della confezione.

  • Il calco con il gel deve essere posizionato sui denti,
  • Dopodiché, si accende la lampada per 10-15 minuti.
  • Questo genere di trattamento non è efficace come quello eseguito dal dentista e necessita comunque di un tempo più lungo per “funzionare” (in alcuni casi possono essere necessari fino a 15 giorni di continua applicazione per ottenere dei risultati discreti).

Anche la durata dell’effetto è di gran lunga inferiore rispetto a uno sbiancamento LED effettuato presso uno studio dentistico. Pertanto, per ottenere risultati rapidi, concreti e duraturi, affidarsi a un professionista del cavo orale è sempre la scelta migliore e più sicura!

Quante volte usare dentifricio sbiancante?

Effetto sbiancante a lungo termine – I dentifrici sbiancanti sono destinati per applicazioni regolari, almeno due volte al giorno, Per ottenere i migliori risultati, i pazienti devono lavarsi quotidianamente con questi dentifrici per diverse settimane. I dentifrici sbiancanti permettono di ottenere risultati a lungo termine, attraverso una combinazione di abrasivi che lucidano la superficie del dente e sostanze chimiche che disgregano i pigmenti. Gli abrasivi più comuni che si trovano nei dentifrici sbiancanti includono:

ossido di alluminio idrato carbonato di calcio carbonato di magnesio

Questi dentifrici possono anche contenere perossido di carbamide o perossido di idrogeno a dosi molto basse per aumentare notevolmente l’effetto sbiancante.

See also:  Come Crescono I Denti?

Cosa non mangiare dopo lo sbiancamento dei denti?

Avere i denti bianchi è diventata quasi un’ossessione nella nostra cultura odierna. Nuovi prodotti e gadget spuntano continuamente promettendo di schiarire e sbiancare i denti. Ci sono molti vantaggi nell’avere denti più bianchi ma il trattamento professionale fatto da un dentista vale il costo aggiuntivo, in quanto durerà molto più a lungo delle opzioni fai-da-te.

  • Non tutti sanno però che è molto importante seguire delle regole dopo aver fatto lo sbiancamento,
  • Regole che, se non seguite, possono vanificare il tuo investimento.
  • E’ fondamentale infatti evitare determinati cibi, bevande e prodotti che potrebbero causare macchie nei giorni e nelle settimane successive al trattamento.

Quali sono i cibi da evitare dopo lo sbiancamento dei denti? Dobbiamo fare a meno di diversi alimenti che, in quanto acidi, grassi e/o colorati, danneggiano lo smalto e contribuiscono alla formazione di macchie. Essi sono, ad esempio, le salse di colore scuro come la salsa rossa e la salsa di soia, le spezie come il curry, la paprika e la curcuma, la carne rossa,

  • Alcuni tipi di frutta e verdura, per il loro colore intenso o per l’elevata acidità, possono inoltre rovinare l’effetto dello sbiancamento: limoni, arance, lime, mango, kiwi, prugne, frutti di bosco,
  • Tra le verdure sono invece controindicati i pomodori, gli spinaci e le carote,
  • Sono inoltre da evitare il cioccolato fondente o al latte e le caramelle, siano esse colorate con aromi artificiali che naturali.

E le bevande da evitare dopo lo sbiancamento dei denti? Le bevande con una forte pigmentazione possono macchiare i denti. Nel periodo successivo allo sbiancamento è quindi opportuno non consumare tè, caffè, vino rosso, birra, succhi di frutta o bibite gassate,

  • Se proprio non riesci a fare a meno del tuo caffè giornaliero o di un buon bicchiere di vino, puoi berli con una cannuccia, in quanto evita che i liquidi entrino in contatto diretto con i denti.
  • Che dieta seguire nei giorni successivi allo sbiancamento? A questo punto una persona, vista la quantità di cibi e bevande a cui rinunciare potrebbe chiedersi : “Ma allora cosa posso ingerire?” Potresti prendere in considerazione l’idea di provare una “dieta bianca”, per 10-14 giorni dopo il trattamento.
See also:  Dentista Convenzionato Asl Come Funziona?

Essa dovrà includere cibi di colore bianco o incolori come ad esempio yogurt bianco, riso e pasta in bianco, pollo, pesce bianco come merluzzo o eglefino, formaggi, cereali senza coloranti, patate, mandorle, cavolfiori, ceci, frutta e dolci di colore chiaro, come pere, banane o gelato alla vaniglia.

E’ possibile bere latte, acqua senza coloranti aggiunti e alcolici di colore chiaro. Quali altri prodotti è necessario evitare? Per la stessa igiene orale è preferibile usare dentifrici e collutori bianchi, in quanto quelli colorati potrebbero macchiare i denti. Da evitare in modo assoluto è infine il tabacco, che, sia esso masticato o fumato, può rovinare in breve tempo l’effetto dello sbiancamento.

Avere un sorriso smagliante può diventare un motivo in più per smettere di fumare, con grandi benefici non solo per la tua salute ma anche per il tuo aspetto fisico! Trascorsi questi primi 10 giorni / 14 gg di sacrificio potrai tornare alle normale abitudini, che devono comunque sempre essere sane.

Come si usa la penna White Now touch?

Caratteristiche – White Now Touch è privo di perossidi ( acqua ossigenata ) e sostanze abrasive, tipicamente utilizzati nelle penne sbiancanti e nei prodotti di igiene orale destinati allo sbiancamento dentale. Il prodotto agisce attraverso un effetto puramente ottico, che fa sembrare il dente più bianco,

Tale effetto è legato alla presenza di ” blue light “, un complesso di pigmenti opacizzanti e azzurranti che riflettono la luce a una lunghezza d’onda diversa rispetto a quella che assorbono. Dal momento che il blu e il giallo sono colori contrapposti, i loro effetti si compensano reciprocamente. Quando vengono a contatto con i denti, le particelle blu light fungono da “filtro di colore”, creando un effetto ottico istantaneo che neutralizza il colore giallo.

See also:  Dopo Invisalign I Denti Tornano Come Prima?

Le delicate particelle Blue Light di White Now agiscono in superficie depositando un pigmento blu senza alterare la sensibilità dei tuoi denti.

Quando utilizzare le strisce sbiancanti?

Per quanto tempo dovrete utilizzare le striscette sbiancanti? – Un’altra domanda che molti di voi si staranno facendo è “per quanto tempo bisogna utilizzare le striscette prima di poter vedere i risultati?” Di solito, si consiglia di utilizzare le striscette sbiancanti per almeno una o due settimane e, ovviamente, dovrete ricordare di essere costanti e di applicarle tutti i giorni.